Menu Chiudi

Osservatorio regionale

L’Osservatorio Regionale Antidiscriminazione Razziale, istituito in data 21 marzo 2013 attraverso un Protocollo d’intesa tra la Regione del Veneto, Sezione Flussi Migratori, e l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), in attuazione del Piano triennale 2013-2015 di iniziative ed interventi nel settore dell’immigrazione, è stato affidato a Veneto Lavoro con l’obiettivo di promuovere azioni finalizzate a prevenire e contrastare le discriminazioni fondate sulla razza e l’origine etnica.
Per far ciò si avvale della Rete Regionale Antidiscriminazione, costituita da una serie di Antenne Territoriali e Punti Informativi distribuiti su tutto il territorio regionale.
Antenne territoriali: sono punti di accesso distribuiti sul territorio dove è possibile segnalare una discriminazione.
Un operatore qualificato, in accordo col segnalante, mette in atto una serie di azioni volte a contrastarla e, se necessario, orienta alla rete di supporto per un sostegno legale e/o psicologico.
Punti informativi: sono punti di accesso distribuiti sul territorio dove è possibile segnalare una discriminazione.
Indirizzano le persone che segnalano una discriminazione alle Antenne Territoriali dove gli operatori se ne fanno carico.
La Rete territoriale per l’emersione, il contrasto e la rilevazione delle discriminazioni etnico-razziali è stata realizzata con il progetto RECORD.